Cerchiamo
menti creative

capaci di dare vita a progetti innovativi. Professionisti della comunicazione con un forte know how in grafica, fotografia, brand e design. Si sfideranno in un concorso di idee. Il loro obiettivo? Realizzare l’immagine ufficiale della campagna di prevenzione e contrasto al gioco d’azzardo della Regione Umbria.

Categoria layout

 

In palio 3.000€!

L’idea ti stuzzica?

Pensa
fuori dagli schemi!

hai talento ed esperienza nella realizzazione di video e spot radiofonici? Il concorso di idee di Regione Umbria è l’occasione che stavi aspettando. Partecipa al contest e realizza video e spot radio della campagna di prevenzione e contrasto al gioco d’azzardo Umbria NO SLOT.

Categoria video

 

In palio 4.000€!

Sei interessato?

Abbiamo ricevuto centinaia di proposte.

Grazie a tutti! Scopri qui i vincitori.

Il gioco d’azzardo in pillole

Quando si parla di gioco d’azzardo?

1. Il giocatore deve scommettere del denaro

2. La posta in palio, una volta scommessa, non può essere ritirata

3. L’esito dipende soprattutto dal caso

Chi gioca?

Nel gioco investe di più chi ha un reddito inferiore: giocano il 47% degli indigenti, il 56% degli appartenenti al ceto medio-basso, il 66% dei disoccupati. Fonte: Eurispes

Perché si gioca?

Per sfuggire alla depressione. Per sentirsi meno soli. Per inseguire il sogno di cambiare la propria vita o di migliorarla. Per fuggire, evadere con la mente, vivere un’avventura a poco prezzo. Per incanalare le proprie frustrazioni. Per trovare un ruolo e un’identità.

Un fenomeno in crescita

Toccano quota 17 milioni le persone che in Italia hanno giocato almeno una volta nella loro vita, con un conseguente rischio dipendenza per il 14,6% di esse. Protagoniste le categorie più vulnerabili come anziani e giovani.

C’è gioco e gioco

Non tutti i giochi sono uguali, alcuni sono a maggior rischio di indurre dipendenza. I più pericolosi hanno precise caratteristiche che possiamo riassumere così: minore lasso di tempo fra una partita e l’altra, assenza di relazioni umane, spazialità diffusa, temporalità diffusa, stimoli visivi / sonori. Anche la complessità apparente dei giochi stimola il giocatore problematico a pensare di poter influire direttamente sull’andamento del gioco.

Effetti del gioco

Sono tanti e diversi gli effetti del gioco d’azzardo. Questo elenco non è esaustivo ma chiarisce la gravità del fenomeno. Problemi economici come debiti, bancarotta, usura, indigenza. Problemi familiari come rottura delle relazioni coniugali e incuria nei confronti dei figli. Problemi penali come frodi, furti e falsificazioni. Problemi sul lavoro che vanno dalla riduzione della produttività alla perdita dell’occupazione. Conseguenze psichiche quali depressione, ansia, tentativi di suicidio.